Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Comunicato Stampa - ONU/Italia: Nel 2018 Italia alla guida del Gruppo Amici per la Nutrizione

Data:

09/03/2018


Comunicato Stampa - ONU/Italia: Nel 2018 Italia alla guida del Gruppo Amici per la Nutrizione

New York, 9 marzo 2018: L’Italia ha aperto questa mattina la sua presidenza del Gruppo di Amici per la Nutrizione con una riunione presieduta, presso la Rappresentanza Permanente italiana all’ONU, dal Vice Rappresentante Permanente italiano Ambasciatore Inigo Lambertini e dal Rappresentante Permanente dei Paesi Basi Ambasciatore Karel van Oosterom, cui hanno partecipato oltre 40 paesi.

L’Italia subentra per il 2018 ai Paesi Bassi, presidenti uscenti, alla guida del Gruppo di Amici confermandosi in prima linea sulle tematiche, cruciali per l’attuazione dell’Agenda 2030, della sicurezza alimentare e nutrizionale.

“Porre fine alla fame nel mondo -ha affermato l’Ambasciatore Lambertini- è uno degli obiettivi più ambiziosi dell’Agenda 2030. Rafforzamento delle capacità istituzionali, partnership pubblico- privato, riduzione degli sprechi sono le parole chiave per conseguire uno sviluppo agricolo sostenibile, in cui donne e giovani siano protagonisti. Da presidente del Gruppo di Amici per la Nutrizione, l’Italia intende guidare in questa direzione la riflessione sull’attuazione degli Obiettivi di Sviluppo, in linea con il suo tradizionale impegno nel settore della sicurezza alimentare e nutrizionale e a tutela delle produzioni locali.”

Con i contributi di Pietro Gennari, Capo statistico della FAO, del Presidente dell’ISTAT Giorgio Alleva, e del Direttore per le Relazioni internazionali dell’Istituto statistico olandese Carina Fransen, il Gruppo di Amici ha approfondito il tema degli indicatori per la misurazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e della raccolta dei dati, particolarmente difficoltosa in molti paesi in via di sviluppo.

La discussione ha evidenziato la necessità di sviluppare le capacità di misurazione del grado di attuazione dell’Agenda 2030 promuovendo la collaborazione con questi paesi, un terreno su cui l’Italia, anche attraverso ISTAT, è avanzata avendo concluso numerosi accordi in Africa, Asia e con le piccole isole, in particolare nei Caraibi.

L’Italia ospita a Roma le tre Agenzie dell’ONU con mandato nel settore agroalimentare - FAO, WFP e IFAD - alle cui attività contribuisce attivamente e di cui è tra i principali finanziatori. Il Polo agro-alimentare romano è il punto di riferimento mondiale per le politiche di riduzione della povertà e della fame e a favore dello sviluppo sostenibile.

Secondo i dati FAO, sono 800 milioni le persone denutrite nel mondo; circa 3 milioni di bambini sotto i 5 anni muoiono ogni anno per malattie collegate alla malnutrizione.

 


1179