Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Comunicato Stampa - ONU/ITALIA: Italia firma accordo con UNWOMEN per il contributo di 3,5 mln euro a progetto donne in America Centrale

Data:

07/06/2018


Comunicato Stampa - ONU/ITALIA: Italia firma accordo con UNWOMEN per il contributo di 3,5 mln euro a progetto donne in America Centrale

New York, 7 giugno 2018. E’ stato firmato oggi presso la Rappresentanza Permanente italiana alle Nazioni Unite l’accordo esecutivo tra Italia e UNWOMEN (l’Agenzia ONU per la parità di genere e l’empowerment delle donne) per l’impiego del contributo italiano di 3,5 milioni di euro al progetto “Partecipazione economica delle donne in Honduras, Guatemala e El Salvador”.

Il progetto, attuato dall’Agenzia ONU, mira al miglioramento della governance economica attraverso il conseguimento della parità di genere e l’inclusione delle donne nei processi associativi e produttivi a livello locale, nazionale e regionale. Il contributo italiano sarà impiegato in attività volte al rafforzamento delle capacità di risposta alle sfide principali di sviluppo che interessano il Centroamerica – crescenti disuguaglianze, disoccupazione, pressione sulle risorse naturali e impatto del cambiamento climatico – con un approccio incentrato sul ruolo delle donne e sulla dimensione locale.

La partecipazione della Cooperazione italiana al progetto conferma l’intensa collaborazione stabilita con UNWOMEN, cui l’Italia ha destinato contributi crescenti di anno in anno, superando i sei milioni e mezzo di euro nel solo 2017, per programmi e attività volti all’attuazione dell’Agenda 2030 e dell’Agenda Donne, Pace e Sicurezza.

Il contributo dell’Italia al progetto UNWOMEN in America Centrale conferma il nostro coerente impegno in questa regione e a sostegno dei programmi e dei fondi ONU. L’obiettivo è di favorire il consolidamento di società inclusive, stabili e prospere. Per raggiungerlo è indispensabile una effettiva partecipazione delle donne ai processi di sviluppo, di prevenzione e gestione dei conflitti e costruzione della pace.” ha affermato l’Ambasciatore Inigo Lambertini, Vice Rappresentante Permanente italiano all’ONU, commentando la firma dell’accordo.


1224